A sedano.jr

A proposito della difesa degli alberi, ti ricordi la brillante soluzione di Vudoppia Cespuglietto per scongiurare gli incendi boschivi? Una logica geniale, un elementare sillogismo aristotelico:

Premessa maggiore A) Gli alberi sono infiammabili
Premessa minore B) In assenza di alberi un incendio non si propaga
Conclusione C) Bisogna abbattere gli alberi!

A sedano.jrultima modifica: 2003-12-01T17:39:54+01:00da max.online
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “A sedano.jr

  1. Io proporrei un’altra logica:
    le fabbriche inquinano, le auto inquinano, l’uomo inquina- premessa maggiore
    in assenza di fabbriche in assenza di auto, in assenza dell’uomo l’inquinamento non si diffonde-premes sa minore
    conclusione- bisogna abbattere le fabbriche, le auto ma sopratutto l’uomo. Saluto.

  2. fatto max, letto i post e i commenti e mi spiace che tu abbia ripreso a postare in un momento no per me…non mi sono accorta che eri tornato e pensare che facevo spesso capolino da queste parti. Sono contenta davvero di ritrovarti…ho letto anche theswordman e sedano sembrate tre moschettieri e siete belli davvero…

  3. io credo che la preoccupazione del futuro sia una qualcosa di connaturato nell’uomo, Ovviamente non è detto lo sia nel singolo. Quello che voglio sottolineare è il fatto che l’uomo sa di avere degli avi (la massa dei morti) ma sa anche di avere dei discendenti. Quindi in linea generale la preoccupazione per il futuro dovrebbe essere rivolta a tali discendenti. Io dico che la democrazia non mi soddisfa (non mi soddisfa la ricerca di un meno peggio), non mi soddisfa lo stato ( etico lo è per niente, conosce solo l’etica del potere accumula potere), non mi soddisfano le tasse e il canone RAI (non vedo perchè debba pagare un qualcusa di qualità scadente per di più asservita allo stato:censura) e non mi piace il termine cittadino…non voglio questi confini dementi…sono già demente io senza la cittadinanza e immerso nel caos di questo cazzo di mondo che va avanti e indietro senza neanche sapere perchè lo fa. Io sono per la rivoluzione spirituale. Le rivoluzioni fatte con le armi non sono altro che srumentalizzazi oni ulteriori del potere, anzi vengo usate dal potere in entrata per sovvertire il potere in uscita. Le poche cose in cui credo sono: le piccole comunità e una grande scopata passionale! Be ovviamente non solo in questo ma in tante altre cose che “l’ultimo uomo” non percepisce nemmeno. Saluto.

Lascia un commento