Rifrazioni

“Tutto scivolava,
sì, su di me tutto scivolava.”
Notti insonni
e giorni assonnati.
Tempo –
ineluttabilmente fuggente.
Un attimo in più alle spalle
E un attimo in meno – da vivere.
Maschere che cadono,
Svelando con orrore
altre maschere.
Voci, voci –
accuse di egoismo,
di insensibilità,
di superomismo.
E lodi, tante lodi,
aumentare la vanità
e solo quella.
Sguardi sognanti di amiche adoranti
E quello sguardo spietato
che insegue inesorabile
e ti fissa da ogni specchio.
Parole senza significato,
domande senza senso,
effetti – senza causa.
Tutto insistentemente assillante,
esigere nuove riflessioni,
nuove – RIFRAZIONI!
“Tutto scivolava,
sì, su di me tutto scivolava.”

Rifrazioniultima modifica: 2003-12-05T14:14:55+01:00da max.online
Reposta per primo quest’articolo

21 pensieri su “Rifrazioni

  1. Si max hai ragione, potrebbe descrivere quello che provavo io ieri. La vita è fatta di attimi, momenti che se vissuti ti rendono attrice, ma che se subiti ti fanno spettatrice. io se devo vivere un momento duro, indosso la maschera, preferisco non mostrare il mio dolore. E’ sbagliato ma al momento è l’unico sistema di difesa che ho..

  2. Il tempo inesorabile trascorre, le maschere si sostituiscono alle maschere, le parole rimangono senza senso, ma non sempre tutto scivola su di noi,; c’è sempre qualcosa che ci rimane appiccicato addosso come una seconda pelle: L’amore. Un affettuoso saluto.

  3. Di Albert Camus non ricordo di aver letto “la caduta” di cui riporti la citazione, molto emblematica di quest’autore così complesso. L’ho letto diversi anni fa, e mi piacque molto, forse perchè così lontana la mia frequentazione, il ricordo non è molto nitido. Un saluto affettuoso

Lascia un commento